Opere

 

 

  © Guido Pagliarino

 

C'ERA UNA VOLTA UN RE

(Favoletta venuta in sogno)

 

C’era una volta un re nel suo castello

che non aveva un ättimo sereno:

tributi, patti, guerre, tutto pieno

era il suo giorno e tempo per il bello

 

non aveva quel re nel suo castello;

ma nel passaggio che riduce a meno

gli anni a venire, il re sentì nel seno

che il dolce della vita non è quello.

 

Lasciò lo scettro, tolse la corona,

prese un cavallo giovane, gli mise

nella bardella [1] un olio del Bronzino

 

e qualche libro di sostanza buona;

poi se ne andò per la natura e rise

cogli occhi scintillanti di un bambino.

 



[1] Massiccia sella medievale con sacche e borse