Cristianesimo ieri e oggi

 Gesú, nato nel 6 "a.C.", crocifisso nel 30: un approccio storico al Cristianesimo" - Saggio di Guido Pagliarino

Segnalazione di Merito al "PREMIO PER LA PACE 2004" del Centro Studi Cultura e Società

È scaricabile gratis, per disposizione dell'autore, su Kobo l'e-book formato EPUB dell'opera

 

EPUB gratis

Kobo

e sempre per disposizione dell'autore,  è inoltre scaricabile gratis su Lulu  l'e-book formato PDF

PDF gratis

Lulu

 

 Vedi sotto le copertine delle edizioni precedenti (esaurite)

(Dalla prima pubblicazione, Natale 1997):

Ecco alcune affermazioni che l’autore ha colto in trasmissioni televisive o in altre occasioni: “Sicuramente il Buddismo è superiore, non ha le ingenuità del Cristianesimo”; “Cristo?! Un mito come Osiride o Dioniso”; “Gesú è personaggio storico, ma era solo un buon rabbino”; “L'Apocalisse, come d'altronde i Vangeli, è scritta al più presto nel II o III secolo”; “La cometa di Natale avrebbe bruciato la capanna; anzi, avrebbe distrutto il mondo: invenzioni cristiane di prima di Galileo!”: lettera d'un laureato in fisica a un giornale; “Il battesimo? Un rito magico-superstizioso”: voce dalla sala, alla presentazione d'un libro; “Il Cristianesimo? Miti rivisitati!”: sentenza d'un giovane studente di Scienza delle Comunicazioni dopo aver letto un saggio sui miti e non aver letto niente sul Cristianesimo (chi sa che dotti articoli scriverà). Si potrebbe continuare a lungo. […] Se fosse ancora sulla Terra, l'agnostico Croce tentennerebbe il capo, lui col suo breve saggio “Perché non possiamo non dirci cristiani” – cristiani in senso culturale – , lui che, in polemica con Bertrand Russell, anche se a sua volta non credente non esprimeva opinioni superficiali e considerava la civiltà e l’etica occidentali frutti, per notevole parte, del Cristianesimo, di quel Cristianesimo che non si studia ma sul quale tante volte si sentenzia. Anche l’autore, come tanti, aveva in testa solo qualche scheggia; poi, grazie a incontri personali e bibliografici si è finalmente informato. Ora, se il lettore è d’accordo, è disposto a trasmettere quanto ha finora appreso. Non ha intenzione di convertire nessuno: è cristiano il rispondere - per quel poco che si ritiene di conoscere - a chi vuol sapere, non l’imporre. Dio è anche libertà assoluta e ci ha creati liberi. Non bisogna confondere catechismo con studio del Cristianesimo: il primo riguarda il credente che desidera approfondire la sua fede, il secondo è indispensabile alla cultura di tutti.

...concordo appieno con tutti i suoi interventi e i suoi giudizi giustamente polemici nei confronti di tanti che, senza avere nessuna conoscenza né di storia, né di filologia, né di filosofia, e senza avere mai letto la Bibbia, s’improvvisano sentenziatori contro il cristianesimo (Giorgio Bárberi  Squarotti)


Precedenti edizioni del saggio (esaurite):

Pubblicazione cartacea a cura dell'autore, Natale 1997

 

esaurita

Copertina dell'e-book MS Reader, 2000 realizzato dall'autore, conforme alla successiva edizione cartacea 2003

non più scaricabile

Prima edizione, cartacea, Prospettiva Editrice, 2003

 

fuori catalogo

Ristampa cartacea Prospettiva Editrice, 2008

 

fuori catalogo

Piano dell'opera, edizione cartacea 2003 ed e-book 2012  -  Prefazione dell'autore e primi paragrafi dell'edizione cartacea2003 e dell'e-book 2012  -   Bibliografia essenziale dell'opera  -  Indice dei capitoli e degli argomenti dell'edizione cartacea ridotta 1997, realizzata a cura dell'autore

Vedi alla presentazione breve